El liderazgo empresarial y la inteligencia emocional

 Nel 1995, quando per la prima volta apparve il concetto di intelligenza emotiva, spiegato nell’omonimo libro di Goleman, si fece chiarezza sul perché persone con un quoziente intellettivo nella media avessero spesso performance migliori rispetto a persone con un livello di intelligenza superiore.

L’ assunto secondo il quale il QI fosse un fattore predittivo del successo individuale crollò e le numerose ricerche che seguirono riuscirono ad evidenziare come l'intelligenza emotiva sia uno dei fattori cruciali per mettere in risalto le risorse migliori degli individui. 

 

  

Si parla di lavoro in un contesto informale, ci si confronta su un tema specifico, si incontrano colleghi provenienti da realtà aziendali diverse, si "sperimentano" i risultati raggiunti da chi ha intrapreso il cammino prima di noi, grazie alla testimonianza di professionisti provenienti da esperienze particolarmente significative e ... si fa colazione per poi andare in ufficio. Un incontro breve (9.00-10.30), una soluzione snella per confrontarsi, avere nuovi spunti e nuove idee e iniziare la giornata con una sferzata di energia!

Per maggiori informazioni sulle prossime date e sulla possibilità di organizzare il format presso la vostra azienda: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 02-20520705

 seguici su Linkedin          linkedin

A Colazione con PGA 4 maggio 2017

 

 

 

 

Il 4 maggio, presso Biancolatte, abbiamo incontrato Valeriano Chiaravalle, compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra. Ci ha raccontato la sua esperienza: dirigere un'orchestra richiede capacità di leadership, di negoziazione, di assertività, di comunicazione, proprio come nell'attività in azienda. 

 seguici su Linkedin              linkedin

  

incompetenza

  

 

 

 

 

 Continuiamo a parlare di competenze. Peter afferma che:

"Con il tempo, ogni posizione lavorativa tende a essere occupata da un impiegato che non ha la competenza adatta ai compiti che deve svolgere."

Questo significa che nuove persone con competenze potenzialmente superiori a quelle del proprio capo si trovano a essere gestite da superiori incompetenti, che possono ostacolare lo svolgimento del loro lavoro. Secondo Peter, manager incompetenti gestiscono persone che possiedono competenze adatte o addirittura superiori al proprio ruolo. Questi impiegati non hanno ancora raggiunto il loro livello di incompetenza.

A Colazione con PGA 4 maggio 2017

 

 

 

 

Il 4 maggio, presso Biancolatte, abbiamo incontrato Valeriano Chiaravalle, compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra. Ci ha raccontato la sua esperienza: dirigere un'orchestra richiede capacità di leadership, di negoziazione, di assertività, di comunicazione, proprio come nell'attività in azienda. 

 seguici su Linkedin              linkedin